Categorie
Fiabe dei fratelli Grimm Fiabe per bambini

La tazzettina della Madonna (leggenda)

Una fiaba dei fratelli Grimm

Un povero barocciaio se ne andava per la strada maestra con un gran carico di vino, e per il peso soverchio il carro aveva affondato le ruote nel suolo senza poterne uscire. Egli era lì, sulla lunga via solitaria e gocciolava larghe stille di sudore per la fatica inutile che durava e la pena che molto lo affannava.

Ad un tratto, quando proprio egli sentiva mancarsi le forze e si vedeva perduto, passò una donna bellissima, dall’occhio sereno e pietoso e con voce soave gli domandò da bere, dicendogli che aveva fatto lungo cammino.

Il brav’uomo tutto sgomento non sapeva dove versare il vino e come porgerlo alla donna.

— Lo vedete, signora, non ho bicchiere. Quanto volentieri vi darei del vino perchè vi levaste il tormento della sete! – rispose con sincerità!

Ella sorrise, si chinò verso l’erba che cresceva lunga all’orlo della via e colse una bella campanula bianca che aveva appunto la forma di una coppa. Poi con semplicità piena di grazia, porse quel fiore di campo all’uomo, che subito, spillando il vino dal barile, glielo colmò.

— Grazie! – disse la donna bellissima. – Ora, frusta i cavalli e rimettiti in cammino.

Egli fu stupito, ma fece quanto la creatura soave gli ordinava: e mentre essa beveva dal fiore candido, il carro si rimise in movimento senza che il barocciaio dovesse fare sforzo alcuno.

Ai primi passi delle bestie, ai primi giri delle ruote, egli dètte un grido di gioia e volle domandare alla sua liberatrice chi essa si fosse e per qual virtù lo avesse liberato, ma quella figura di donna era una parvenza celeste. La Madonna era scomparsa.

La campanula candida che fiorisce dal suolo selvatico è detta ancora oggi «la tazzettina della Madonna».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Contenuto protetto da copia.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: